Open/Close Menu Dal manoscritto alla stampa in un battere e un levare

Impostare la velocità di esecuzione di un brano in Finale®

Nasce spesso l’esigenza di ascoltare un brano che abbiamo scritto con Finale. A volte per il compositore è comodo farsi un’idea del risultato sonoro della sua creazione, anche se i suoni non sono perfetti. Ugualmente nel mio lavoro di copista può essere utile ascoltare la musica per accorgermi di eventuali errori di scrittura.

Finale consente di impostare ed inserire molti segni che influenzano l’interpretazione del brano: segni di dinamica, di agogica nonché segni di tecniche strumentali che il software può interpretare correttamente.

Apriamo il file che vogliamo ascoltare, poi andando nel menu “Windows” scegliamo di visualizzare la finestra “Playback Controls”

Playback Controls

In questa finestra dobbiamo innanzitutto impostare uno stile musicale dello “Human Playback” per indicare a Finale come interpretare alcuni segni posti sulle note e sul pentagramma.

 

Creiamo il nostro segno di velocità

Selezioniamo lo strumento dei segni di espressione “Expression Tool”, facciamo un doppio click sulla partitura, nel punto dove vogliamo inserire il segno, e scegliamo quello di nostro interesse nella categoria “Tempo Marks”.

Finestra selezione espressioni
Questa è la finestra che si apre per scegliere la nostra indicazione di tempo

Se il segno non è presente lo dobbiamo creare ricordandoci di inserire, oltre al testo (Largo, Andante, Allegro ecc.) un’indicazione metronomica, come ad. es. semiminima=60.

A questo punto se andiamo a far suonare il brano la velocità sarà quella impostata da noi nel segno.

  I segni di tempo che mettiamo sul pentagramma creati come segni di espressione nella categoria “Tempo Marks”hanno la priorità rispetto all’impostazione generale che si vede nella finestra del Playback. Se volessimo impostare anche delle variazioni progressive di velocità come un accelerando o un ritardando basterà creare un segno nella categoria “Tempo Alteration” che Finale, attraverso lo “Human Playback” lo interpreterà correttamente.

  I segni di variazione del tempo devono essere quelli standard della musica convenzionale, altrimenti non saranno interpretati affatto. (nel manuale d’uso di Finale, cercando “Human Playback” troveremo quali sono)

Un altro modo per inserire un rallentando è quello di mettere un “punto coronato” o “corona”. Infatti Finale oltre ad allungare la durata della nota realizzerà un rallentando subito prima.

  Ricordare che bisogna indicare al software dove vogliamo che l’effetto del segno di variazione del tempo termini. Per fare questo basterà inserire un segno di “a tempo” e la velocità tornerà ad essere quella usata prima della variazione.

È possibile indicare molte altre interpretazioni a Finale: note accentate, note staccate, accordi arpeggiati. Per alcuni specifici strumenti è possibile far eseguire delle tecniche specifiche: sordina, pizzicato, vibrato, arcata in alto o in basso, armonici ecc. Queste impostazioni, però, funzionano soltanto se impostate correttamente nelle preferenze di “Human Playback” e se i file usati per eseguire i brani lo prevedono, ma questo esula dal presente tutorial.

Write a comment:

Your email address will not be published.